Sara Ben Salha fa amicizia in carcere con Alessia Pifferi: “Non è un mostro ed è sola al mondo”

La ragazza salita alle cronache per essere stata l’ “esca” nella grave faida fra i rapper Touché e Simba La Rue, si è esposta sulle condizioni in carcere in cui versa Alessia Pifferi, la madre che ha lasciato morire di fame suo figlio. Ecco che cosa ha dichiarato.

Sara Ben Salha è diventata tristemente protagonista della faida tra i due rapper – Simba la Rue e Touché. La ragazza ha avuto il ruolo di “esca” per incastrare Touché e farlo cadere nell’agguato di Simba la Rue. Touché era stato aggredito dalla banda rivale dopo essere stato sequestrato.

Sara Ben Salha Alessia Pifferi
La testimonianza di Sara Ben Salha su Alessia Pifferi – NewNotizie

La ragazza di 20 anni ha passato alcuni giorni nel carcere di San Vittore ed è ora agli arresti domiciliari. Ha ammesso le sue colpe e in un’intervista a ‘Repubblica’ ha detto di essere pronta a tornare in carcere nel caso la sua situazione dovesse aggravarsi nuovamente. Ha rivelato di non essersi accorta di quanto grave fosse la situazione fra le due bande rivali.

Queste le sue parole a riguardo: “Ho fatto da esca per quel ragazzo, lo ammetto, gli chiedo scusa nel modo più sincero. Non mi aspettavo che lo avrebbero accoltellato, pensavo che volessero soltanto spaventarlo. Mi sono lasciata trascinare, ammetto le mie colpe, se devo pagare con altro carcere lo accetterò”.

Ma oltre alla sua situazione personale, stanno facendo molto discutere anche le sue parole in riferimento ad Alessia Pifferi, la mamma di 37 anni che si è resa protagonista di qualcosa di folle e vergognoso: far morire di fame sua figlia Diana – di appena 18 mesi – mentre lei passava alcuni giorni con il compagno fuori Milano. Che cosa ha dichiarato Sara Ben Salha su Alessia Pifferi?

Le parole di Sara Ben Salha sulla mamma killer Alessia Pifferi

Una coincidenza incredibile, ma la cella di Sara Ben Salha era posta proprio di fronte a quella di Alessia Pifferi. In quei giorni in carcere, quindi, la 20enne ha parlato diverse volte con la madre che si è resa protagonista dell’increscioso atto ai danni di sua figlia di appena 18 mesi.

Sara Ben Salha
Sara Ben Salha e le sue parole su Alessia Pifferi – NewNotizie

Sempre a ‘Repubblica’, Sara Ben Salha si è espressa così sulle condizioni della donna: “Ognuna ha raccontato la sua storia all’altra. Lei si è aperta molto con me, non nega assolutamente le sue colpe, soffre molto. L’ho sentita piangere tutto il giorno, sdraiata in silenzio a guardare il soffitto. Non è un mostro ed è sola al mondo, la famiglia le ha voltato le spalle, il compagno è sparito, le altre detenute la odiano.

E ancora: “Ho provato tanto dispiacere quando l’ho salutata, le ho assicurato che le avrei scritto e lo farò. Lei pagherà a vita il prezzo di ciò che ha fatto, quindi anche lei merita una spalla su cui piangere. Il carcere mi ha insegnato a non giudicare le persone solo con l’apparenza”.