2.664 dollari di multa per due muffin: l’assurda vicenda in un aeroporto

Un uomo viene fermato in aeroporto e multato migliaia di dollari per aver portato con sé la sua colazione.

Un passeggero appena sceso dall’aereo sicuramente si ricorderà il giorno in cui si è beccato una multa salatissima per colpa della sua colazione acquistata al McDonald.

aeroporto controlli
Foto da Canva

Potrebbe aver pagato la colazione più costosa di sempre, e non è nemmeno riuscito a mangiarla! Infatti, il viaggiatore ha ricevuto una multa di 2.664 dollari australiani, dopo aver infilato nella propria valigia due McMuffin con uova e salsiccia e un croissant al prosciutto. Gli agenti lo hanno fermato poco dopo essere atterrato in Australia.

Una colazione da dimenticare

Un cane dell’aeroporto ha fiutato il cibo non dichiarato dopo che il passeggero è atterrato all’aeroporto di Darwin da Bali, pochi giorni dopo che le autorità australiane hanno introdotto nuove e severe misure biologiche in risposta a un’epidemia di afta epizootica in Indonesia (una malattia caratterizzata da febbre e dalla comparsa di afte, ovvero delle lesioni vescicolari a carico delle mucose e della cute di animali domestici e selvatici).

McMuffin McDonald
Foto da @ela_mylife.ww

IL diretto interessato proveniva da Bali, una destinazione popolare per i vacanzieri australiani. Il cibo in questione è stato individuato dal nuovo cane specializzato nella rilevazione della biosicurezza all’aeroporto di Darwin. Si tratta di un Labrador nero di nome Zinta. Un fiuto decisamente indiscutibile che ha fin da subito fiutato il contrabbando. Il passeggero proprietario della valigia perquisita non ha nemmeno potuto consumare il suo pasto, poiché il dipartimento di igiene ha confermato che i prodotti sequestrati saranno testati per l’afta epizootica prima di essere distrutti.

Murray Watt, ministro dell’Agricoltura, della Pesca e delle Foreste ha dichiarato ha dichiarato: “Questo sarà il pasto più costoso mai consumato da questo passeggero”. L’uomo ha inoltre aggiunto che la multa ricevuta dal viaggiatore equivale al doppio del costo di un biglietto aereo per Bali. “Non ho alcuna simpatia per chi sceglie di non rispettare le severe misure di biosicurezza australiane. E i recenti rilevamenti dimostrano che sarete scoperti”, ha detto il Ministro Watt.

“L’Australia è libera dall’afta epizootica e vogliamo che rimanga tale. La biosicurezza non è uno scherzo: aiuta a proteggere i posti di lavoro, le nostre aziende agricole, il cibo e sostiene l’economia. I passeggeri che scelgono di viaggiare devono assicurarsi di soddisfare le condizioni per entrare in Australia, seguendo tutte le misure di biosicurezza”.