Il bonus per padri in difficoltà potrà partire: 800 euro al mese se non riesci a pagare il mantenimento

Sono in vista tantissimi bonus per i genitori single. Bisognerà approfittare della situazione per aiutare le donne se non si riesca a pagare il mantenimento.

Si chiama bonus padri in difficoltà e va a coprire quella fascia di popolazione che troppo spesso non viene considerata.

bonus single
Foto da Canva

Quando finisce un matrimonio non è solo la rottura di un patto d’amore, la fine di equilibri e rapporti sentimentali e sociali, ma vanno ad essere colpite anche le condizioni economiche di tutti i membri della famiglia. Ci sono bonus per le mamme, assegno unico per i figli, ma poco si è fatto fino ad ora per i papà.

Cosa succede infatti quando un padre si separa? Al di là di ogni congettura è proprio l’uomo che si ritrova ad essere la parte lesa economica di una famiglia. Per questo manca poco affinché il Governo decida di attuare il bonus per padri in difficoltà E’ giusto aiutare anche i papà che non possono permettersi di avere due case, di mantenere due famiglie. E se vogliono ricostruirsi una vita? Beh diventa impossibile!

Bonus padri in difficoltà: arrivano 800 euro al mese per un anno ovvero quasi 10mila euro

Di cosa stiamo parlando. I genitori che non riescono a versare l’assegno di mantenimento ai figli per un calo di reddito, generato alla pandemia da Covid 19, avranno un aiuto dallo Stato.  Si tratta di un decreto attuativo che verrà finanziato con 10 milioni di euro stanziati già nel Decreto Sostegni, ma ritenuto inapplicabile dai tecnici nel maggio 2021. Ora verrà rivalutato.

bonus single
Foto da Canva

Il primo testo era rivolto solo ai genitori separati e divorziati, quindi non alle coppie di fatto che non si sono unite in matrimonio. Altro difetto, c’era il pericolo che il denaro venisse dato al genitore che avrebbe potuto non darlo al figlio. Quindi bisogna ev ita<re questo problema per cui il testo è stato riscritto. nei prossimi giorni verrà firmato dalla ministra alla Giustizia, Marta Cartabia, alle Pari opportunità e famiglia, Elena Bonetti, e dal ministro all’Economia Daniele Franco. Tutto pronto insomma. Ma a chi spetta?

Questi soldi, ovvero 800 euro mensili per un anno, saranno dati ai padri che devono il mantenimento in quanto hanno sposso le attività per il Covid e quindi non hanno versato l’assegno di mantenimento ai figli o l’hanno ridotto. Devono avere un reddito inferiore o uguale a 8.00 euro l’anno e dimostrare appunto di non aver potuto pagare per colpa della pandemia.