Va al funerale del fratello ucciso da un serpente ma viene morso a sua volta: lo sconvolgente epilogo

Un 22enne ha percorso decine di chilometri per raggiungere il luogo del funerale del fratello, deceduto a causa del morso di un serpente. Ma poche ore dopo la funzione è successo lo stesso anche a lui

Potrebbe essere forse più facile vincere alla lotteria, se confrontato con quanto accaduto ad un ragazzo di 22 anni e al fratello, morti per la stessa ragione a distanza di poche ore l’uno dall’altro. È il triste destino di un ragazzo di 22 anni che ha percorso decine di chilometri per raggiungere il villaggio nel quale viveva il fratello, ucciso nei giorni precedenti dal morso letale di un serpente. Il 22enne, Govin Mishra, si è recato a Bhawanipur in India per prendere parte al funerale ed essere presente durante gli ultimi riti dedicati al fratello maggiore. Ma poco dopo aver partecipato alla funzione è accaduto l’inimmaginabile.

Anche un altro ragazzo è stato attaccato
Morso e ucciso da un serpente dopo il funerale del fratello, morto per lo stesso motivo

Morso e ucciso da un serpente dopo il funerale del fratello, morto per lo stesso motivo

Suo fratello, Arvind Mishra, 38 anni, è morto martedì scorso e il suo funerale si è tenuto il giorno successivo, come riportato dall’agenzia di stampa indiana PTI.
La polizia ha confermato la morte di Govind giovedì, il giorno successivo al funerale, e a rendere il tutto più incredibile vi è il fatto che anche lui sia stato morso da un serpente e che il veleno inoculatogli lo abbia ucciso. L’agente Radha Raman Singh ha dichiarato, a proposito dell’incidente: “Govind Mishara è stato ucciso dopo essere stato morso da un serpente nel sonno.

Anche uno dei parenti della famiglia, Chandrashekar Pandey, 22 anni, che si trovava nella stessa casa, è stato morso da un serpente”. Il ragazzo ha però avuto più fortuna ed è sopravvissuto anche se al momento si trova in ospedale, ricoverato in condizioni critiche. La coppia si era recata insieme al villaggio da Ludhiana nel Punjab, a circa 50 miglia di distanza; per loro era un momento di lutto ma non avrebbero mai immaginato quello che, di lì a poche ore, gli sarebbe accaduto e per di più nel cuore della notte.

In India
Le dichiarazioni delle autorità locali in merito all’incidente (Fonte Pixabay)

Le dichiarazioni delle autorità locali in merito all’incidente

Kailash Nath Shukla, un membro dell’assemblea legislativa locale, ha visitato le famiglie in lutto e ha chiesto ai funzionari di adottare misure per prevenire futuri incidenti come quello di Govind. Non è stato confermato quale tipo di serpente lo abbia ucciso, ma in India i rettili più pericolosi sono quattro ovvero il krait comune, la vipera squamosa, la vipera di Russell e il cobra indiano. Secondo l’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rappresentano circa il 90% di tutti i morsi di serpente nel paese e si stima che ogni anno in India si verifichino tra gli 81.000 e i 138.000 decessi provocati prevalentemente dai morsi ma, in alcuni casi, anche per stritolamento.