Muore la Vicepreside del “West Beverly Hills High” – il drammatico destino degli altri ex di Beverly Hills 90210

Un ruolo di punta nell’indimenticabile serie tv “Beverly Hills 90210” ma non solo. Poi la lotta contro un brutto male ed il decesso, si è spenta la vicepreside del West Beverly Hills High

Ha lottato con tutte le sue forze ma, purtroppo, la malattia ha preso il sopravvento e se l’è portata via. Lasciando milioni di appassionati di serie tv sgomenti ed in lacrime per l’ennesimo lutto che ha colpito il mondo dello spettacolo a stelle e strisce. All’età di soli 64 anni è infatti scomparsa l’attrice nota per il suo ruolo di vicepreside della West Beverly Hills High in “Beverly Hills 90210”, Denise Dowse, deceduta a causa di una “forma virulenta di meningite”.

Stroncata da meningite fulminante
Stroncata dalla meningite, è morta la vicepreside di Beverly Hills 90210

Stroncata dalla meningite, è morta la vicepreside di Beverly Hills 90210

L’ufficialità del decesso è arrivata sulla pagina Instagram di Tracey Drowse, sorella maggiore dell’attrice, con le seguenti parole: “Era la sorella più incredibile, un’attrice illustre. Era la mia migliore amica e l’ultimo membro della mia famiglia”. Oltre alla vicepreside Yvonne Teasley in tanti si ricordano di lei per altri importanti ruoli, quello del giudice Rebecca Damsen in “The Guardian” e della terapista Rhonda Pine in “Insecure”. Pochi giorni prima della sua scomparsa, come riferito da The Hollywood Reporter, Tracey aveva informato i fan che la sorella si trovava in coma, ricoverata in ospedale a causa della meningite; purtroppo pochi giorni dopo il suo corpo non ha retto.

La carriera di Yvonne Teasley

Nel ruolo della vicepreside ha preso parte a 23 episodi di Beverly Hills 90210 nell’arco dell’intero periodo di 10 anni compreso tra il 1990 ed il 2000. 32 sono state le sue apparizioni in The Guardia, tra il 2001 ed il 2004 mentre ha intepretato la terapista Yvonne Orji nelle tre stagioni finali di “Insecure”, tra il 2017 ed il 2020. Ruoli che aveva particolarmente apprezzato insieme a quello di Yvonne Burns, la zia di Derek Morgan nella serie tv “Criminal Minds”.

Ma la ritroviamo anche in vari episodi delle serie tv “Built to Last” del 1997, “Secrets and Lies” del 2015-2016 e “Imposters”, tra il 2017 ed il 2018 e ancora in “Roc”, “Seinfeld”, “Touched by an Angel”, “Party of Five”, “Charmed”, “Law & Order”, “Bones”, “Rizzoli & Isles”, “Grey’s Anatomy”, “E.R. – Medici in prima linea” e “Snowfall”. Sul grande schermo ha recitato in diversi film come Ray del 2004 accanto al premio Oscar Jamie Foxx, Coach Carter del 2005 con Samuel L.Jackson. E ancora in I signori della truffa (1992), Professione: Avvocato. Missione: Giustiziere (1992), Tonto + Tonto (1996), Starship Troopers – Fanteria dello spazio (1997), Pleasantville del 1998, Requiem for a Dream uscito nel 2000 e Il dottor Dolittle 2 del 2001.

Molti hanno avuto problemi di vario tipo
La maledizione di Beverly Hills: il destino degli altri ex attori

La maledizione di Beverly Hills: il destino degli altri ex attori

L’attrice non è l’unica del cast di Beverly Hills ad essere scomparsa. Il 4 marzo 2019 è venuto a mancare Luke Perry, morto a 52 anni a causa di un ictus devastante che lo ha colpito 5 giorni prima mentre si trovava nella sua abitazione. Nella serie tv interpretava l’amatissimo Dylan McKay. La ‘maledizione’ di Beverly Hills riguarda anche Shannon Doherty che interpretava Brenda Walsh, la giovane giunta a Beverly Hills dal Minnesota insieme al fratello Brandon e al resto della famiglia, che da anni combatte contro un cancro al seno al quarto stadio.

Sempre sorridente, la 51enne è affetta anche dal morbo di Chron e, terribile presagio di quello che le sarebbe accaduto, in una puntata della serie tv scopre di avere un nodulo al seno sospetto. Non è andata meglio a Jason Prestley, alias Brandon Walsh, oggi 53enne: alcolizzato, ha dovuto impegnarsi in un lungo percorso di disintossicazione e per di più ha rischiato di morire in un grave incidente stradale. Chiudiamo con la 49enne Tori Spelling, l’amatissima Donna Martin, che oltre ad essere una dei protagonisti era anche la figlia del produttore della serie tv. In passato sommesa dai debiti, ha accumulato oltre 340mila dollari di tasse non pagate tra il 2014 ed il 2015.