“Non ti preoccupare, sei la prossima”: gravissime minacce per la madre di Harry Potter

La famosissima scrittrice e creatrice della fortunata saga di Harry Potter è stata minacciata con parole chiare e dirette su Twitter. La donna si era permessa di esprimere solidarietà allo scrittore 75enne Salman Rushdie, il quale aveva subito un grave attentato giorni fa.

Continuano le minacce islamiche ai danni degli scrittori famosi. Lo scorso 12 agosto lo scrittore di origini indiane e naturalizzato britannico, Salman Rushdie, è stato vittima di un tremendo attentato mentre era protagonista di una conferenza nello stato di New York alla sala della Chautauqua Institution. Infatti, un uomo con il volto coperto da una mascherina è entrato improvvisamente nello spazio riservato a Rushdie, colpendolo con una raffica di coltellate.

J.K. Rowling
J.K. Rowling – NewNotizie

A compiere il terribile gesto premeditato è stato il 24enne Hadi Matar, ragazzo di origini libanesi, con residenza americana nel New Jersey. Lo scrittore – dopo essere stato ricoverato in gravi condizioni – sembrerebbe potersela fortunatamente cavare. A salvare il 75enne è stato un poliziotto presente nella sala conferenze, il quale è riuscito a bloccare la furia dell’attentatore!

Tantissimi i messaggi in supporto di Salman Rushdie sul web. Anche J.K. Rowling – autrice della fortunatissima saga di Harry Potter – ha scritto un messaggio su Twitter per esprimere solidarietà all’autore britannico. Ma anche la scrittrice e produttrice cinematografica britannica è stata presa di mira. Infatti, sulla piattaforma social si può leggere una terrificante frase verso di lei. Quale?

Esprime solidarietà verso Salman Rushdie: J.K. Rowling minacciata su Twitter!

“Non ti preoccupare, sei la prossima”. Questo è lo sconvolgente messaggio diretto a J.K. Rowling in risposta al suo post di solidarietà verso Salman Rushdie. Il post è stato scritto da Meer Asif Aziz, utente Twitter di origine pachistana. Sul suo profilo si legge che l’utente è attivista e studente.

Rowling minacciata Twitter
La minaccia su Twitter a J.K. Rowling – NewNotizie

O meglio, tutto ciò si poteva leggere. Infatti, il profilo dell’uomo non esiste più. Non si conoscono i reali motivi. Alcuni utenti pensano che sia stata la stessa piattaforma Twitter a rimuovere il messaggio incriminato diretto verso la scrittrice britannica e il profilo di Meer Asif Aziz. Altri, invece, credono che sia stato lo stesso Aziz a cancellarsi dal social network per paura di ripercussioni ai suoi danni. Meer Asif Aziz si era già reso protagonista in passato di vari tweet di natura estremista e di posizioni molto ‘dure’ nei confronti dell’Occidente.

Ma quali sono state le cause dell’attentato all’autore 75enne Salman Rushdie? Lo scrittore è sotto scorta dal 1989, poco dopo l’uscita della sua opera ‘Versetti Satanici’. Nel romanzo Rushdie riserva parole molto dure contro l’Iran. Poco dopo addirittura venne pronunciata una reale condanna a morte verso l’uomo. Da chi? Direttamente dall’Ayatollah Ruollah Khomeini, ex guida suprema dell’Iran. Da quel momento in poi, l’uomo e – incredibilmente anche i suoi traduttori – sono perseguitati e rischiano continuamente di subire attentati e ripercussioni!