YouTube, allarme dei genitori: immagini terrorizzanti nascoste in video per bambini – è il pupazzo satanico?

Sempre più genitori segnalano la presenza di immagini terrorizzanti all’interno di video per bambini su YouTube, cosa sta succedendo?

Il web è un mondo pieno di insidie, specialmente per gli utenti più piccoli, i quali potrebbero per sbaglio trovarsi davanti a contenuti non adatti alla loro età con molta facilità. Chiaramente esistono strumenti per evitare che i bimbi possano andare su siti inadatti alla loro età, il parental control lo si può infatti impostare sia da sistema operativo che da browser sui pc, sugli smartphone e sui tablet, così che i siti apertamente per adulti siano esclusi a prescindere dalle ricerche.

Ci sono poi quei siti sicuri, o che appaiono tali, in cui alcuni video inappropiati per i minori o per i bambini molto piccoli possono sfuggire al controllo prima di una segnalazione da parte degli utenti stessi. Tra questi sicuramente YouTube è uno dei più a rischio per quanto riguarda contenuti caricati da privati. Proprio in queste ore dei genitori allarmati stanno segnalando la presenza di immagini terrificanti all’interno di video rivolti ai bambini.

Le segnalazioni stanno arrivando dall’Inghilterra dopo che una madre si è trovata di fronte a qualcosa che l’ha fatta balzare in aria dalla paura. Con la figlia di 2 anni seduta sulle sue gambe, la donna ha aperto il proprio iPad ed è andata su YouTube alla ricerca di video di Cocomelon, un cartone animato rivolto ad un’utenza di bambini molto piccoli. Insomma si trattava di un contenuto specificatamente rivolto alla fascia d’età della figlia.

YouTube, allarme genitori: immagini terrorizzanti nei video per bambini

All’inizio tutto sembrava normale, il cartone animato era innocuo come al solito, ma alla fine del video è spuntato un mostro terrorizzante che si avvicinava improvvisamente allo schermo come se stesse cercando di uscire fuori e mordere chi stava guardando il video. La donna e la figlia hanno fatto un balzo e la piccola, spaventata a morte, ha cominciato a piangere.

Imbestialita per ciò che era successo, la donna ha cominciato a segnalare la presenza del video con i contenuti inadatti sui social: “La mia povera bimba è saltata in aria, eravamo entrambe sotto shock”. A quel punto gli utenti le hanno segnalato la possibilità di accedere a YouTube Kids, ovvero la versione esclusivamente per bambini in cui il controllo dei contenuti è più serrato ed in cui un simile incidente non può accadere.

Ma cos’era ciò che ha spaventato la signora e la bimba? In pratica si trattava di Huggy Wuggy, il mostro di un videogame divenuto noto qualche mese fa dopo che gli psicologi britannici hanno innalzato l’allerta sugli effetti psicologici che potrebbe causare la visione del mostro nei bambini.

@charliemarie99

Pleae be carful with what your children are watching, my daughrt who is 2 cane across this, good job i watch YT eith her! #fypシ #momsoftiktok #foryou #fyp #youtube

♬ original sound – Charlie🤍🖤

Antagonista del videogioco ‘Poppy Playtime‘ – contenuto rivolto ad un’udienza di adolescenti – Huggy Wuggy è diventato un fenomeno virale sul YouTube prima in Inghilterra e poi in gran parte del mondo. Il mostro blu è stato portato in Italia dai ‘Me contro Te’, youtuber che sono molto noti proprio tra i bambini più piccoli. Il successo del pupazzo e dei video è stato tale da far sì che Huggy Wuggy diventasse un vero e proprio giocattolo per bambini, tra i più venduti dell’ultimo periodo.

In seguito all’allerta degli psicologi britannici, anche la polizia postale italiana ha condiviso un comunicato nel quale spiega ai genitori che il personaggio e il videogioco da cui è tratto sono contenuti rivolti ad un’utenza di ragazzini, dunque inadatti ai bambini più piccoli. In considerazione di ciò, invitavano i genitori ad evitare di far vedere i video ai figli troppo piccoli.