Centesimi di euro, nessuno li vuole ma alcuni possono valere più di 6mila euro

Nessuno vuole i centesimi di euro. Qualcuno addirittura li butta via, ma sapete che possono valere tantissimo? 

Dalla loro creazione hanno sempre lasciato più di un dubbio circa la loro utilità, ma i centesimi di euro possono valere tantissimo!

valore centesimi
Foto Canva

Fin da quando si è passati dalla lira all’euro, i centesimi sono stati ritenuti davvero inutili. Borsellini pieni di queste monete che servono davvero a nulla e che spesso sono ritenuti un fastidio, tanto da essere addirittura buttati via, ma sapete che possono valere anche 6mila euro?

Centesimi di euro: alcune sono monete rare e possono vale 6mila euro

Ci sono, in effetti, alcuni centesimi di euro che non sono delle semplici monete, ma sono una rarità e proprio per questo il loro valore và oltre la cifra scritta sulla moneta. Ovviamente non si tratta delle semplici monete che possiamo avere tutti, ma devono possedere delle caratteristiche in particolare, qualcosa che le rende preziose al punto di valere molto di più.

Una delle rarità che può far valere le monete dei centesimi anche 6 mila euro è l’errore di conio oppure lo stato di conservazione. Alcune, che sono rare e difficili da trovare, sono preziose perché commemorative. I collezionisti le ricercano senza sosta. Per sapere se quelle monete che avevate conservato senza senso hanno un valore, non vi resta che osservare bene. Ma c’è qualcosa in più che potete fare.

centesimi valore
Foto Canva

In particolare, le monete che sono più fastidiose da avere nel borsellino, ma che possono valere una rarità, sono proprio quelle da 1 centesimo. Si tratta di monetine rare ad esempio come quelle coniate in Grecia o il altri paesi quali l’Olanda e il Lussemburgo, ma solo in un anno specifico: il 2004. Poi c’è da considerare il modo in cui sono state conservate infatti deve essere impeccabile. Queste possono valere 1 euro.

La moneta sa 1 centesimo coniata nel 2003 nella Repubblica di San Marino invece può valere 10 euro, se è Fior di Conio. Esiste anche una che vale 550 euro e ha l’incisione presente solo sul retro. Un’incisione particolare che va a indicare il conio. Infine il centesimo che ha un valore più alto, ovvero la moneta da 2 centesimi, è quello che sopra ha riportata la Mole Antonelliana. Questo può arrivare a valere anche 6mila euro. E, anche in queso caso, ovviamente lo stato di conservazione deve essere ottimo.

Monete da 2 centesimi che valgono tanto sono anche quella del Vaticano ano coniata nel 2022 che può vale 110 euro. Monete di 5 centesimi coniate in Fior di Conio nel 2022 in Irlanda e Grecia oppure 15 euro se coniante nella Zecca di Roma, 40 euro nel 2022 in quella del Vaticano. Spazio anche a quelle di 10 centesimi che sono state coniate nel 2022: se hanno errori di fabbricazione possono valere 236 euro!