La truffa corre su Tinder – aggancia ragazze a suon di bugie, le deruba e scompare: 42enne nei guai

Si è costruito un’immagine accattivante, per attirare a sè le sue ‘vittime’ e truffarle. Sfruttando Tinder per mettere in atto i suoi raggiri, concretizzati partendo da una fitta serie di bugie

Ha utilizzato Tinder, il famoso sito di incontri, per agganciare una serie di ragazze e, mostrandosi per quello che ‘non’ era truffarle. Sembra la trama di una pellicola cinematografica, nella fattispecie del film documentario “The Tinder swindler” uscito pochi mesi fa su Twitter e a sua volta ispirato alla storia vera di Shimon Hayut, 28enne figlio di un rappino che fingeva di essere un milionario sulla nota app per incontrare e conoscere nuove persone dandosi appuntamenti.

Decine di denunce per truffa
Cambia identità, domicilio e ‘lavoro’: così ‘Andrea’ ha truffato decine di donne

Ebbene Andrea, 42enne di origine piemontese con una fitta serie di denunce per truffa, faceva più o meno la stessa cosa. Si ‘presentava’ su Tinder mostrandosi a bordo di una splendida barca a Porto Cervo, oppure nel salone della sua presunta casa o ancora seduto alla guida di una fiammante Porsche 911 cabrio, o ancora fingendo di aver conquistato numerosi trofei in gare da rally e scattandosi una foto accanto ad essi.

Cambia identità, domicilio e ‘lavoro’: così ‘Andrea’ ha truffato decine di donne

Istantanee di vita presunta che, nell’immaginario collettivo delle ragazze che avrebbe incontrato e truffato, le sue vittime insomma, dovevano aiutare a dar forma ad una storia che lui poi, grazie alla sua parlantina sciolta, dava loro in pasto raccontando momenti della sua vita da mille e una notte. L’obiettivo era, appunto, agganciare belle donne, e investendo pure dei soldi per incontrarle, ma non certo per arrivare a costruire un rapporto bensì per truffarle e derubarle di tutto. Così ha fatto, ad esempio, con una bellissima modella francese giunta a Fiumicino per l’appuntamento che Andrea le aveva dato dopo averle pagato il volo aereo. I due hanno soggiornato in un bed & breakfast della Capitale ma, dopo due giorni, il 42enne è sparito nel nulla insieme al denaro della donna.

come ci è riuscito
Il racconto della modella 20enne raggirata dal 42enne

Il racconto della modella 20enne raggirata dal 42enne

La vittima che ha reso noto quanto accaduto ha solo 20 anni è ha spiegato di aver ricevuto il messaggio dell’uomo che si è spacciato per un pilota di rally residente nel principato di Monaco. “Aveva bisogno di una ragazza immagine”, ha detto agli agenti, che lo accompagnasse ad eventi mondani nella città di Roma. Ma in realtà era solo uno dei tanti racconti, sempre diversi (così come il suo aspetto ed il suo domicilio), del 42enne truffatore. Marie, questo il nome delle donna che ha sporto denuncia, è stata raggirata nel 2020: ha rivelato di aver pagato taxi e cena al ristorante perchè la carta di lui era “momentaneamente bloccata”.

Poi il giorno dell’evento, “viene rimandato” e a quel punto restano nel B&B finchè lui, con una scusa, si fa dare la carta di lei, esce dalla stanza e sparisce. In pochi giorni la 20enne ha visto volatilizzarsi oltre 2000 euro. Ma non solo perchè il 42enne l’ha chiusa in stanza e devono intervenire i vigili del fuoco per ‘salvarla’. Grazie a questa denuncia però gli investigatori riescono ad identificare il truffatore scoprendo la sua sporchissima fedina penale.