Il carburante torna a salire ma arriva il bonus che salva gli italiani: scopri come richiederlo

Continua la crisi del carburante, il cui costo è in continua crescita, ma in soccorso arrivano alcuni aiuti stanziati dal governo.

A causa della situazione geopolitica, il prezzo del carburante continua a salire. Ovviamente questo non fa altro che pesare sulle tasche dei cittadini. Non solo a rimetterci sono anche le aziende di autotrasporto.

bonus carburante
Foto da Canva

Per questa ragione il governo ha deciso di agire stanziando degli aiuti rivolti in particolar modo a questa tipologia di imprese. Stiamo parlando del bonus carburante. Ma come funzione e soprattutto, come si fa per ottenerlo? Scopriamo insieme i dettagli.

Bonus carburante

Tramite la piattaforma creata appositamente dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli sarà possibile effettuare la richiesta per ottenere il bonus carburante. Richiesta che può essere fatta solo a partire dalle ore 15 del 12 settembre.

distributore
Foto da Canva

Ma in cosa consiste esattamente questo bonus? In poche parole si tratta di un credito di imposta del 28% delle spese di carburante che le varie aziende di autotrasporti hanno sostenuto nel corso del primo trimestre dell’anno corrente. Ma ci sono alcuni requisiti che le aziende devono soddisfare per poter usufruire del bonus. Innanzitutto, le imprese che possono aderirvi devono avere la sede legale in Italia, oltre ad essere iscritte nell’Albo nazionale degli autotrasportatori e del Registro elettronico nazionale del 2022. L’iscrizione deve essere già stata effettuata prima dell’invio della richiesta.

Un altro requisito fondamentale per ottenere il bonus riguarda le varie attività svolte da queste imprese. Infatti, potranno presentare domanda solo coloro che svolgono attività di logistica e trasporto di merci per conto di terzi. Non solo, verranno inclusi solo i veicoli la cui massa è pari o superiore alle 7 tonnellate e mezzo. Il motore inoltre, devono essere diesel di categoria Euro 5, o superiori. Ora che abbiamo stabilito chi può ottenere il bonus, vediamo come fare la richiesta. L’invio deve essere effettuato sulla piattaforma creata dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli. Per accedervi, è necessario essere in possesso di un’identità digitale, ossia SPID, CIE o CNS.

All’interno della piattaforma sono presenti due sezioni. Nella prima si inserisce la richiesta, nella seconda invece servirà per controllare lo stato della domanda. Saranno necessari anche diversi dati e documenti per presentare la richiesta: File fatture, ovvero identificativo SDI della fattura, il tipo di fattura, l’importo della stessa e l’importo a rimborso. E File targhe, che include identificativo SDI della fattura, targa, contratto di noleggio se presente e il codice del Paese dell’automezzo. Il governo ha stanziato 497 milioni di euro per il bonus carburante. Ricordiamo inoltre che sarà possibile effettuare la domanda dal 12 settembre e nel corso dei successivi 30 giorni.