Star Wars, 45 anni dopo: che fine hanno gli attori della fortunatissima saga?

Da ben 45 anni, Stars Wars tiene banco con la sua fortunatissima saga cinematografica- E’ diventata sin da subito, infatti, un fenomeno cult internazionale per grandi e piccini.

Come direbbe Marshall in ‘How I met your mother’: ” Le uniche persone nell’universo che non hanno visto Star Wars sono i personaggi di Star Wars e questo perché li hanno vissuti, Ted. Questo perché hanno vissuto le Guerre Stellari!”. Tutti, infatti, almeno una volta nella vita abbiamo sperimentato una guerra stellare, affezionandoci soprattutto alla prima trilogia.

Poster
Fonte: Instagram @vintage_starwars1977

Non era tecnicamente perfetta ed evoluta come quelle più recenti, eppure quegli effetti speciali più “genuini” hanno contribuito a renderlo un successo internazionale. Oltre alla bravura degli attori, più personaggi che non persona, e che hanno ripreso i loro ruoli anche nei vari sequel. Ma che finne hanno fatto gli attori ora?

Che fine hanno fatto gli attori di Star Wars?

Partiamo da Carrie Fisher, l’intramontabile Principessa Leia, nonché sorella di Luke Skywalker. E’ stata per tutti questi anni una vera e propria icona, venerata dai fan che chiedevano a gran voce il suo ritorno. Nel 2015, così, ha partecipato alle riprese per “Star Wars: Il risveglio della forza”.

Anni dopo, nella sua autobiografia davvero sconvolgente scritta nel 2016 “The Princess Diarist”, l’attrice ha rivelato di aver intrapreso una relazione di tre mesi con il co-protagonista Harrison Ford durante le riprese di Star Wars nel 1976. Tuttavia, l’amata Leia non ha avuto una vita facile.

I suoi problemi con l’abuso di sostanze nel corso degli anni erano ben noti e spesso diceva che la sua vita era stata scandita dalla dipendenza. Ha parlato pubblicamente dell’uso di cannabis a partire dai 13 anni, ammettendo di aver preso cocaina durante le riprese de “L’impero colpisce ancora”.

Affetta anche di disturbo bipolare, Carrie Fisher è morta il 27 dicembre 2016 all’età di 60 anni. L’autopsia ha rivelato tracce di cocaina, eroina ed ecstasy nel suo organismo, sebbene la causa del decesso sia da attribuire in parte ad un’apnea notturna.

Le altre stelle di Star Wars

Harrison Ford è diventato famoso a livello mondiale nel 1977 interpretando Han Solo. Tuttavia leghiamo più Ford ad Indiana Jones – il suo ruolo più importante in assoluto – che non a Guerre Stellari. Quando ha intrapreso la breve relazione d’amore con Carrie Fisher, Harrison Ford stava con Mary Marquardt, la sua prima moglie.

Harrison Ford e Carrie Fisher
Fonte: Instagram @vintage_starwars1977

Si è risposato poi tre volte. Ora è legato all’attrice di “Ally McBeal” Calista Flockhart, dopo essersi incontrati ai Golden Globe Awards del 2002. Ford è anche un pilota d’aerei provetto e ha avuto diversi drammatici episodi di volo nel corso degli anni.

Nel 2015 è stato costretto ad effettuare un atterraggio di emergenza quando un piccolo aereo su cui stava volando ha subito un guasto al motore, riportando una frattura al bacino e alla caviglia.

Forse uno dei personaggi più riconoscibili in assoluto è il peloso compagno d’avventure di Hans Solo, Chewbacca. E’ stato interpretato dal Peter Mayhew, morto d’infarto nel 2019 a 74 anni. Affetto dalla sindrome di Marfan, Mayhew era alto ben 2,21 metri, l’altezza perfetta per il grande Wookiee.

Quando le cattive condizioni di salute hanno costretto l’attore a ritirarsi da “Gli ultimi Jedi” nel 2017, è rimasto come “consulente di Chewbacca“. Peter partecipava regolarmente alle convention di fantascienza e ha investito in un’azienda di legname nel West Yorkshire prima di trasferirsi in Texas nel 2000, dopo aver sposato la moglie americana Angie Luker, con la quale ha avuto tre figli.

Ma passiamo ora al protagonista assoluto della saga. Star Wars è tutto incentrato, infatti, su Luke Skywalker, la stella spericolata che ha reso l’attore Mark Hamill un nome subito familiare istantaneo. Oltre a quattro film di Star Wars, ha recitato in numerosi altri film, tra cui “Il Grande Uno Rosso” e “Kingsman: The Secret Service” nel 2014. Ha anche continuato un vasto lavoro di doppiaggio, incluso il Joker in “Batman: The Animated Series”.