Bomba INPS: contributi tutti da ricalcolare, panico, il sito per scoprire estratto conto contributivo aggiornato

Può sembrare assurdo ma tantissimi italiani non sono realmente a conoscenza dei veri contributi che hanno. Gli esperti del mercato del lavoro e soprattutto gli esperti delle pensioni lanciano una vera e propria bomba. Molti italiani vorrebbero andare in pensione e ritengono di non poterlo fare. Ma tutti questi discorsi si basano su un computo dei contributi che molto spesso è profondamente falsato se non completamente sbagliato. Ma come è possibile tutto ciò?

Contributi Inps tutto da rifare
Contributi Inps tutto da rifare

La verità è che calcolare la vera quantità di contributi che si hanno non è per niente semplice. C’è la questione del cumulo e ci sono i contributi figurativi. Quindi pensare che la vera quantità di contributi versati sia semplice da calcolare è assolutamente una grande illusione.

Ma l’INPS mette a disposizione i due modi realmente utili e realmente ufficiali per sapere quali sono i contributi versati. Sapere quali sono i reali contributi versati è veramente fondamentale per il lavoratore perché se non si sa il numero esatto dei contributi non si può sapere quando andare in pensione e non si possono nemmeno fare calcoli importanti. Infatti per capire se una determinata uscita agevolata è conveniente o no il punto di partenza è capire quanti contributi si sono effettivamente versati.

Come capire i contributi versati

Se non si sa questo non soltanto si sbaglia a prevedere l’età nella quale si può andare in pensione, ma si sbaglia anche a prevedere l’importo della pensione e si sbaglia anche e soprattutto riuscire a valutare quale opzione sia conveniente quale opzione sia sconveniente. Quindi parliamo davvero di qualche cosa importante. Andando sul sito dell’Inps ci sono due servizi online che servono proprio a scoprire quanti contributi si hanno.

Emergenza Inps
Emergenza Inps (Ansa)

Questo è importante soprattutto per la pensione anticipata. Innanzitutto bisogna andare sulla piattaforma ufficiale dell’INPS e autenticarsi con SPID o carta d’identità elettronica o con gli altri modi normalmente accettati. Una volta sul sito dell’Inps bisogna chiedere l’estratto conto contributivo. L’estratto conto contributivo è un documento importantissimo perché contiene sia i contributi obbligatori ma anche quelli figurativi. In questo estratto conto ci sono anche i contributi da riscatto e anche quelli volontari.

Un documento fondamentale

Quindi l’estratto conto è proprio fondamentale ma bisogna tenere presente una distinzione veramente cruciale. Infatti l’estratto conto arancione riguarda i dipendenti pubblici. Per i dipendenti nell’ambito privato invece c’è l’estratto conto blu.

Ma ne esiste anche un altro. Infatti l’estratto conto verde è quello della gestione separata. Un lavoratore può chiedere l’estratto conto teoricamente anche per tutti e tre i colori. Ma un’altra via importante per sapere i propri contributi è il cosiddetto ECOCERT. Questo è un documento che viene rilasciato dall’INPS su richiesta.