Sempre più ricchi | Chi? Sicuramente non noi!

Se vi sembra di essere sempre più poveri, non vi state sbagliando affatto. La ricchezza esiste, eppure pare proprio concentrata davvero in pochissime mani. 

Diciamo pure che la guerra in Ucraina e l’emergenza Covid hanno squarciato quel velo di recessione economica che mai del tutto ci aveva abbandonato già dal lontano 2008. Se sia stata una serie di sfortunati eventi oppure solo l’esito di condotte politiche ed economiche sbagliate nel lungo periodo, ancora non è possibile comprenderlo fino in fondo.

ricchezza
Fonte: Canva

Siamo nel pieno ancora, infatti, dell’inflazione, del caro bollette e di un aumento così esagerato dei prezzi, che è impossibile fare un’analisi abbastanza eterogenea del fenomeno. Una cosa, però, è certa: quest’ultima crisi economica ci sta mettendo in ginocchio e non basterà l’una tantum di 200 euro a risanare una ferita ben più profonda e infetta che affonda le proprie radici in problematiche ben più complesse e intricate. Fatto sta che la classe media, quella che riusciva ad arrivare abbastanza bene a fine mese col proprio lavoro da ufficio part-time, ormai non esiste più. O perlomeno, esiste ancora, ma non sopravvive più.

La polarizzazione tra ricchi e poveri, infatti, è diventata sempre più marcata e netta, in un vortice di ausostentamento e distruzione che dà di meno ha chi ha meno e dà, di contro, di più a chi ha di più. Non sembra una verità assoluta nel suo genere, eppure, dati alla mano, la ricchezza globale nel 2021 è pure cresciuta del 9,8% in più rispetto al 2020. Ma dove è concentrata questa ricchezza? Nelle mani dei più ricchi, ovviamente.

La ricchezza è una questione di élite

Come dicevamo prima, il 2021 è stato un anno abbastanza ricco, registrando un +9,8% rispetto al nefasto 2020. La ricchezza globale, infatti, ha raggiunto 463.600 miliardi di dollari, stando al tredicesimo report del Global Wealth Report del Credit Suisse Research Institute (CSRI). Un dato comunque importante che dimostra come l’economia comunque stia bene, anche dopo un’importante batosta economica. Eppure, questa immensa ricchezza è concentrata nell’1% della popolazione. Sono, infatti, solo 62,5 milioni i milionari di tutto il mondo, su una popolazione mondiale di quasi 8 miliardi.

I più ricchi
Fonte: Canva

Eppure, si potrebbe trattare solo di un evento “eccezionale”. Il 2022, infatti, proprio per tutti i problemi citati prima – come inflazione e aumento dei tassi di interesse – potrebbe rappresentare una pesantissima battuta d’arresto. Molti paesi al momento stanno sperimentando un’importante inversione di rotta che potrebbe favorire, più di quanto in realtà on stia già facendo, una grave recessione economica, ma non per i più ricchi.

1% popolazione milionaria
Fonte: Canva

Sempre il report ha sottolineato come i più ricchi abbiano aumentato, per il secondo anno consecutivo, la loro immensa fortuna che registra un +1,7% anche rispetto al 2019. Ma non solo. Il 2021 ha accolto ben 5,2 milionari in più, per un totale di 62,5 milioni di milionari in tutto il mondo. Tra tutti paesi, però, sono gli Stati Uniti a detenere il numero più alto di milionari, quasi la metà dei membri, ben 30.470. Segue poi subito dopo la Cina con 5.200, la Germania che ne vanta 1.750, il Canada (1.610) e infine l’Australia con 1.350 milionari.