Calciatore con una sola gamba stupisce il mondo: l’acrobazia è degna di Djorkaeff – VIDEO

Il video di un calciatore che gioca con una sola gamba e compie un’acrobazia degna di un campione ha fatto il giro del mondo e stupito tutti.

Se il calcio è lo sport più diffuso e amato al mondo non è una coincidenza. Chi non lo segue o preferisce praticare e guardare altri sport, non si capacità del fatto che ci siano così tante persone disposte a seguirlo e praticarlo. L’elemento che il calcio possiede più di qualsiasi altro sport è la difficoltà di compiere determinati gesti atletici in relazione ad una sfera che viaggia a velocità che va colpita non con le mani – con le quali compiamo la maggior parte dei gesti quotidiani e tutti quelli che richiedono abilità e coordinazione – bensì con i piedi.

Tolto il calcio, infatti, non ci sono sport che fanno un utilizzo così estensivo degli arti inferiori del corpo, nessuno nel quale ci vuole un controllo e una sensibilità così spiccata nei piedi. Come negli altri sport di squadra c’è bisogno di coordinazione, tempismo, velocità di esecuzione, precisione tecnica e capacità di leggere in anticipo l’azione tramite l’osservazione dei movimenti degli avversari e dei propri compagni. Il tutto però va eseguito mentre si corre e, senza guardarlo, si controlla il possesso o si calcia il pallone calcolando l’esatta potenza e traiettoria che deve avere per raggiungere l’obbiettivo.

Calciatore con una gamba sola stupisce il mondo: la rovesciata è semplicemente perfetta

Già le movenze e le dinamiche base del calcio sono complicate, ma lo diventano ancora di più quando la velocità e l’intensità di gioco si fanno superiori. Nello sport professionistico e nei campionati di maggior livello, il tempo per eseguire le azioni, pensare e scegliere la mossa giusta da fare è una frazione di secondo. Basta avere un tentennamento per commettere un errore o perdere il controllo del pallone.

Per questo, quando ai livelli massimi osserviamo la rabona di Maradona, il doppio passo di Ronaldo, l’elastico di Ronaldinho, la finta di corpo con tunnel di Messi o la veronica con colpo di tacco di Neymar parliamo di magia, di giocata al limite dell’incredibile. Pensare di riuscire a fare gesti tecnici così complicati a quella velocità è semplicemente fantascienza e vederli con i propri occhi genera stupore, fa emozionare, sognare e spinge a volerli imitare a voler riuscire un giorno a fare qualcosa di minimamente simile.

Tra i gesti tecnici e atletici rimasti nella memoria collettiva degli appassionati di calcio c’è sicuramente la rovesciata fatta da Yuri Djorkaeff con la maglia dell’Inter. Ad oggi nessuno è mai riuscito a fare una “Chilena” di quella difficoltà, né in contesti professionistici né in quelli amatoriali (o perlomeno non è mai emerso il video di una simile prodezza). C’è però chi forse è riuscito a fare ancora meglio, qualcosa di ancora più impossibile da immaginare.

Ci riferiamo ad un calciatore, un attaccante molto dotato che gioca in un campionato di atleti sprovvisti di una gamba. I protagonisti di questo campionato necessitano delle stampelle per muoversi e già questo dà un’idea di quale sia la difficoltà dei movimenti base. In un’azione filmata e diventata virale grazie a Reddit, una delle due squadre muove palla sull’esterno e la mezzapunta vede il compagno che chiama palla, così lo serve con un lob morbido di prima intenzione (già questo un gesto tecnico non banale) questo vede scendere la palla in modo perpendicolare e decide di colpirla con una spettacolare rovesciata, effettuata con una rapidità e una coordinazione perfette.