Addio a Suor Cristina | L’inatteso annuncio in tv sconvolge i fan della suora che trionfò a The Voice of Italy

Tutti la ricordano per la sua partecipazione a The Voice of Italy, il successo conquistato in tonaca e la scelta di continuare il suo percorso di fede. Ma le cose per suor Cristina sono cambiate radicalmente

Impossibile non ricordarsi di lei, e delle espressione sul volto dei giudici (su tutte quella di J-Ax) durante la sua partecipazione, nel 2014, a The Voice of Italy. Del resto era la prima volta che una suora si presentava sul palco per cantare e suor Cristina riuscì nel suo intento, emozionando tutti e trionfando, conquistando un successo che probabilmente neanche lei avrebbe mai immaginato di raggiungere. La decisione, allora, venne presa di comune accordo con le sorelle del convento nel quale aveva intrapreso il suo cammino di fede e, dopo la vittoria, diventò una vera e propria celebrità della scena discografica italiana, incidendo due album, duettando con diversi famosi artisti della musica internazionale e partecipando a numerose trasmissioni televisive. Nel 2019 aveva partecipato a Ballando con le Stelle annunciando in seguito di aver preso i voti perpetui che ‘certificano’ la definitiva entrata nell’ordine religioso delle Suore orsoline della Sacra Famiglia. La chiamata al percorso di fede arrivò quando aveva solo 19 anni e fu lei a raccontare tutto in tv.

Vive in Spagna
La trasformazione di Suor Cristina: la decisione e il nuovo percorso di vita

La trasformazione di Suor Cristina: la decisione e il nuovo percorso di vita

Suor Cristina però, a dispetto del successo raggiunto, non aveva abbandonato il velo e la fede religiosa, conducendo una vita semplice insieme alle sorelle. Ma le cose, durante la pandemia di Covid, sono radicalmente cambiate come da lei confessato nel corso della sua ultima partecipazione a Verissimo. Cristina Scuccia, oggi 34enne, ha infatti raccontato a Silvia Toffanin di aver deciso di lasciare la vita consacrata intraprendendo un nuovo percorso di vita nel mondo della musdica. “Se mi volto indietro – ha spiegato – guardo il mio percorso con un profondo senso di gratitudine. Il cambiamento è un segno di evoluzione ma fa sempre paura perché è più facile ancorarsi alle proprie certezze piuttosto che rimettersi in discussione. Esiste un giusto o sbagliato? Credo che con coraggio si debba soltanto ascoltare il proprio cuore!”.

Per la prima volta, del resto, si è presentata in studio senza veste rivelando di aver abbandonato i voti e sottolineando: “Sono stati quasi quindici anni di vita religiosa, credo gli anni più belli della mia vita, perché comunque è un’esperienza di vita importante e intensa che mi ha fatto crescere tantissimo, e credo che ciò che sia successo non è niente di particolare, non c’è stato qualcosa in particolare ma è stato un cambiamento mio, una crescita”.

Suor Cristina rivela: “Il Covid mi ha fermata”

“Il Covid mi ha fermata – ha sottolineato – è stato quel momento in cui adesso ti fermi, ti guardi allo specchio e ti dici se stai bene oppure no. Questa paura di deludere mi lasciava intrappolata, nei confronti delle suore, di mia madre, dei miei genitori. Non è stato semplice, anche perché non ho fatto solo i conti con la congregazione e la mia famiglia, ma anche con il mondo intero in qualche modo. Ho avuto l’aiuto di una psicologa, ho avuto soprattutto il coraggio di chiedere aiuto, perché secondo me una cosa fondamentale quando vedi solo il buio è chiedere aiuto”.

Entrando nel merito Cristina ha spiegato: “Non riuscivo più a capire chi fossi. Dio non l’ho comunque mai meso in discussione, non l’ho mai rinnegato. Non ero più felice, probabilmente il mio cambiamento evolutivo non riusciva più a stare all’interno del mio abito, all’interno magari anche di regole. Non sono uscita in modo netto, ho chiesto un anno sabbatico e, quando mio padre era ricoverato in ospedale poco prima di morire sono tornata a casa e mi sono trovata sola: la solitudine, banalmente il farmi da mangiare a un orario diverso o il poter mangiare in pigiama mi ha ridonato qualcosa che non capivo cosa fosse, mi ha chiarificato che avevo bisogno di stare da sola con me stessa, capirmi, prendermi un anno di silenzio, viaggiare. Al funerale di mio padre però ho indossato l’abito, proprio per tutelarmi e non espormi al giudizio delle persone, però non mi sentivo coerente, avevo preso una decisione”.

La confessione a Verissimo
Suor Cristina rivela: “Il Covid mi ha fermata”

Una donna nuova

La nuova vita di Cristina è ora in Spagna dove fa la cameriera: “Ho cambiato l’abito ma l’essenza è sempre quella. Vivo con il sorriso. L’amore? Dopo Gesù ci credo sempre”.