Hai questo gettone tra le cianfrusaglie di casa? Fai attenzione: può valere una fortuna!

Per la rubrica “oggetti di valore che passione!”, oggi ti vogliamo parlare di una vera e propria chicca per i collezionisti. E’ arrivato il momento di fare un bel viaggio indietro nel tempo!

Non è la prima volta che vi parliamo di oggetti che col tempo hanno acquisito più un valore simbolico che col tempo si è tramutato anche in valore monetario non da poco. I collezionisti questo lo sanno molto bene, così anche una sedia Tonet, quella dal legno curvato presente in tutte le case italiane durante gli anni Ottanta e Novanta, o ancora una scheda telefonica con un’immagine rara sopra, diventano oggetti che possono valere anche una fortuna.

Gettone telefonico
Fonte: Canva

Diciamo pure come sia il tempo a conferire un valore aggiunto a oggetti anche desueti e che, proprio per questo, hanno tutta una loro ragion d’essere interna e una seconda vita che magari i contemporanei non si potevano nemmeno immaginare all’epoca. Anche noi magari stiamo lasciando ai posteri oggetti di valore comune che però tra un centinaio d’anni potrebbero anche valere decine di migliaia di euro.

Insomma, siamo dei potenziali miliardari e nemmeno lo sappiamo; potrebbe essere una magra consolazione per questa vita, che comunque non guasta. Ecco quindi che dal passato fa il suo trionfale ingresso uno degli oggetti più comuni dell’epoca, capace di intrecciare il collezionismo alla numismastica più tradizionale, non come nel caso dell’incredibile moneta da ben 3 euro coniata in Slovenia nel 2021.

Stiamo parlando dei famosi gettoni telefonici che, ancora prima delle schede, hanno scandito il secolo breve agli albori della tecnologia. Non ci resta che scoprire quale sia il gettone che può valere una fortuna.

Controlla la tua antica collezione di gettoni telefonici in bronzo: questo sì che vale!

Nei film quelli ormai più datati – e sì, stiamo parlando anche di quelli degli anni ’80 e ’90 – si vedono sempre i nostri amati protagonisti alle prese con il tempo che passa e i gettoni che vanno scomparendo, quando ancora il nostro beniamino non si è nemmeno dichiarato alla sua migliore amica da sempre. Insomma, davvero una tragedia e pensare che una volta era proprio la vita reale, in tutte le sue sfaccettature e tutti i gettoni ingurgitati freddamente dalla cabina telefonica di turno.

Cabina telefonica
Fonte: Canva

Eppure, quei gettoni oggi possono darci più di una soddisfazione. Stiamo parlando di una vera rarità, ovvero del Gettone Telefonico Telve realizzato in bronzo durante gli anni Trenta. La sua rarità si deve all’azienda stessa, prima degli anni Sessanta infatti, esistevano diverse aziende telefoniche con diverse gettoni.

Poi la SIP nel 1964 con l’acquisizione unica, ha assorbito tutte queste sottoaziende territoriali. E una di queste era proprio la Telve che oggi può farti guadagnare un gruzzoletto interessante. Il gettone telefonico che farà gola ai tanti collezionisti è quello con la singola scalanatura non centrale in superficie. Ma non solo. E’ riconoscibile anche per la  scritta “SOCIETA’ TELEFONICA DELLE VENEZIE”, mentre sul verso per l’immagine di un disco combinatore.

Gettone Telefonico Telve

Nel caso in cui tu abbia uno di questi gettoni in buoni condizioni, puoi stabilire il suo valore fino a 100 euro, uno invece quasi immacolato può valere anche 300 euro.