Addio Suor Cristina, le parole della Madre Generale: “Mi dispiace che…” | Ma l’ex consorella stavolta non c’entra

L’addio di Suor Cristina alle Suore Orsoline della Sacra Famiglia è stato recepito con freddezza dalle sue consorelle? Ecco come stanno davvero le cose.

A far chiarezza circa gli ultimi risvolti legati all’addio ai voti dell’ormai ex Suor Cristina è stato il responsabile della comunicazone di Cristina Scuccia, che ha riportato le dichiarazioni complete di Madre Carmela Distefano, Madre Generale delle Suore Orsoline della Sacra Famiglia.

Dichiarazioni resesi necessarie dopo il glaciale no comment che ha avuto un’enorme eco quest’oggi sui siti di gossip (e di cui avevamo scritto anche noi stamane).

Addio Suor Cristina, nessun distacco da parte delle consorelle

Queste le parole di Madre Carmela Distefano, che di fatto mette un punto alla vicenda, dimostrando frattanto il grande affetto cristiano che le ex consorelle continuano a nutrire nei confronti di Cristina:

“Mi dispiace che la stampa nella difficoltà di dare risposte al telefono abbia colto distacco e indifferenza da parte nostra per la scelta di Cristina. Siamo certamente dispiaciute di non averla più tra noi, ma comprendiamo e rispettiamo la sua decisione e le auguriamo tutto il bene possibile per il suo cammino. La sentiremo sempre una nostra sorella e l’accompagneremo con l’affetto e con la preghiera”.

Le radici del successo di Cristina Scuccia

Come già ricordato stamane, Cristina Scuccia aveva annunciato questa clamorosa rinuncia ai voti durante l’ultima puntata di Verissimo e l’aveva così spiegata:

“Quando vedi solo il buio ti serve qualcuno a cui chiedere aiuto. Non riuscivo più a capire chi fossi. Non ho mai messo Dio in discussione, ma la mia crescita non riusciva più a stare dentro le regole. Poi è morto mio papà, ho deciso di prendere un anno sabbatico, un anno di silenzio, di viaggiare”.

Dal canto nostro, dopo aver scritto un paio di volte di questo addio ai voti e della reazione delle ex consorelle, ci limiteremo a rispettare la richiesta di silenzio di Cristina Scuccia, di cui torneremo eventualmente a parlare solo per meriti artistici.

Anche perché bisogna ricordare come l’ex Suor Cristina sia diventata una celebrità, conquistando i cuori di tutti gli italiani: la giovane aveva infatti vinto la seconda edizione di The Voice of Italy e aveva frattanto conquistato una ribalta di caratura internazionale.

Il video della sua Blind Audition in cui cantava No One di Alicia Keys, che vi proponiamo in chiusura, è stato infatti il quarto più visualizzato su YouTube a livello mondiale nel 2014, rappresentando frattanto il primo video di tipo musicale in classifica, piazzatosi dietro solamente a video epici come il prank del cane ragno mutante gigante e la storica pubblicità della Nike con campioni del calibro di Rooney, di un bel più giovane Ibrahimovic (con la casacca del PSG) e di un giovanissimo (allora 22enne) Neymar – giusto per citare tre dei protagonisti dell’advertise.

Testimonianza del fatto che si parla di un’era geologica fa (quando Cristina aveva nemmeno 24enne – ci sta frattanto maturare nuove idee in un lasso temporale così ampio).