Grande lutto nella politica: Roberto Maroni muore a 67 anni | Di cosa era malato?

L’ex Ministro dell’Interno e segretario della Lega si è spento a 67 anni dopo aver abbandonato piano piano la vita politica a causa della sua grave malattia scoperta solo un anno.

La politica italiana oggi è in lutto: a prescindere dalle proprie convinzioni politiche, se n’è andato uno dei protagonisti indiscussi degli ultimi 20 anni, se non di più, del Parlamento e della seconda Repubblica.

Roberto Maroni morto

Roberto Maroni si è spento questa mattina a 67 anni nelle sua casa nel Varesotto dove si è rifugiato in questi ultimi mesi dopo aver scoperto nel 2021 la grave malattia che non gli ha lasciato scampo. Sulla malattia, però, si sa ben poco, l’ex Ministro dell’Interno – nel primo e nel quarto governo di Silvio Berlusconi – ha sempre mantenuto un gran riserbo, decidendo piuttosto di defilarsi pian piano dalla vita politica, l’altra sua grande passione che lo ha animato fin da quando era un ragazzino.

Si sa solo che nel gennaio 2021 Roberto Maroni era stato ricoverato all’ospedale di Lozza, in provincia di Varese, per un malore improvviso, mentre si trovava a casa, che lo portò a cadere battendo la testa e proprio per questo, fu anche necessario in seguito sottoporlo a un intervento chirurgico presso l’istituto neurologico Besta di Milano.

Da allora, una delle figure centrali della politica vecchio stampo, capace di dialogare però ancora con le nuove leve, divenne sempre più sfocata ed evanescente, fino al completo ritiro a causa delle sue condizioni di salute che peggioravano sensibilmente, tanto che il giornalista Renato Farinda fece trapelare, nel maggio 2021 su ‘Libero’, come Roberto Maroni avesse un tumore al cervello.

Maroni e Bossi

Solo lo scorso ottobre, però, Maroni si era sbilanciato leggermente, senza confermare però il tumore, in un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’. In quell’occasione, l’ex governatore disse: “La mia malattia? È una cosa che non trascuro, facendo tutte le cure necessarie. Ho capito che tra le cose importanti non c’è la politica con la “p” minuscola”.

Roberto Maroni: l’annuncio sui social e il cordoglio della poltica

Ad annunciare la morte di Roberto Maroni è stata la stessa famiglia sui social con un toccante post. “Questa notte alle 4.00 il nostro caro Bobo ci ha lasciati. A chi gli chiedeva come stava, anche negli ultimi istanti, ha sempre risposto “bene”. Eri così Bobo, un inguaribile ottimista. Sei stato un grande marito, padre e amico”.

Maroni malato dal 2021

Anche la politica e classe dirigente italiana ha voluto ricordare Roberto Maroni che è stato soprattutto uno storico membro della Lega al fianco di Umberto Bossi. “Se Bossi è il papà della Lega, io ne sono la mamma”, diceva Maroni che fu anche segretario dal 2012 al 2013 della Carroccio e presidente della regione Lombardia dal 2013 al 2018.

Sui social in queste ore, in tanti stanno ricordando Roberto Maroni, come il presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

Ma anche il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Matteo Salvini e il ministro della Difesa Guido Crosetto hanno voluto omaggiare Maroni.