Non ce l’ha fatta: il piccolo Lorenzo è morto a 14 anni | Cos’è il sarcoma di Ewing, la malattia di cui soffriva

La sua storia ha scatenato un moto collettivo a dir poco emozionante commuovendo centinaia di persone. Purtroppo la malattia di cui soffriva se lo è portato via a soli 14 anni

La sua mamma aveva lanciato un appello poche settimane fa per far conoscere la storia del piccolo Lorenzo, suo figlio, costretto a restare chiuso in casa a causa di una grave malattia. Nel suo appello, la donna, aveva chiesto che chiunque volesse inviasse al piccolo Lorenzo un pensiero, una lettera, una fotografia o un disegno per fargli sentire la vicinanza delle altre persone e aiutarlo a sorridere, nonostante la difficoltà della sua condizione. Da quel giorno in centinaia, da ogni parte d’Italia, hanno inviato una missiva o un pensiero al bambino, rispondendo all’appello social e spedendo il tutto all’indirizzo di residenza di Lorenzo, a Castel San Pietro Terme, nel Bolognese.

recidiva del sarcoma
L’annuncio straziante: è morto Lorenzo, il 14enne colpito dal sarcoma di Ewing

L’annuncio straziante: è morto Lorenzo, il 14enne colpito dal sarcoma di Ewing

Il 14enne che era iscritto alla prima liceo scientifico, stava combattendo con una recidiva del sarcoma di Ewing e non poteva andare a scuola ma nemmeno uscire per una passeggiata o per andare al parco a giocare. Le lettere dovevano essere un modo per aiutarlo a distrarsi e passare così il tempo in serenità. Purtroppo dopo la gioia derivante da questo moto collettivo è arrivato il dolore del lutto. Dopo un mese di speranza Lorenzo Bastelli è venuto a mancare, sconfitto da quel brutto male che non gli ha dato tregua. Un annuncio dolorosissimo quello dato su Facebook proprio da colei che per prima si era esposta perchè lui potesse sorridere, la mamma Francesca Ferri.

Che nel suo straziante messaggio ha scritto: “Lorenzo ci ha lasciato alle 2.22 di oggi 22/11/22. Si è addormentato tra le mie braccia sereno, mi ha sussurrato in questi giorni sempre `mamma ti amo´. Vorrei poter dire che è stato tutto semplice ma, nonostante la sua voglia di vivere immensa fino alla fine, la situazione da venerdì era peggiorata tantissimo”. Nel post la madre ha così proseguito: “Parlerò a nome suo, sono sicura che Lorenzo abbia vissuto l’ultimo mese delle sua vita dentro a un sogno, nonostante il dolore fisico, grazie a tutti quelli che gli hanno voluto bene, grazie a all’amore immenso che ha sentito da parte di un mondo intero e da parte nostra che lo abbiamo amato più di quanto umanamente possibile. Grazie – conclude – abbracciaci tutti amore mio, ma ancora di più abbiamo bisogno di sentire che sei libero di brillare più forte che puoi”.

difficile diagnosticarlo precocemente
Cos’è il Sarcoma di Ewing

Cos’è il Sarcoma di Ewing

Il tumore che ha colpito Lorenzo, noto come sarcoma di Ewing, colpisce le ossa oppure il tessuto che le circonda ed è piuttosto raro. Purtroppo tende a colpire prevalentemente bambini o ragazzini, ma vi sono casi anche tra gli adulti e solitamente si presenta più spesso nei maschi e nelle aree di gambe, braccia, colonna vertebrale e costole. Tra i sintomi si riscontrano una sorta di gonfiore anomalo che viene a formarsi nella zona del corpo colpita, un dolore osseo che va aumentando nel corso del tempo ed in particolare durante la notte, stanchezza, febbre e una inspiegabile perdita di peso.

Inoltre le ossa colpite dal tumore tendono a diventare fragili e ad essere maggiormente soggette al rischio di una frattura. Spesso non è facile diagnosticarlo dato che i sintomi non sono specifici e per il fatto che occorre effettuare una biopsia ossea per avere la certezza della diagnosi. Dal momento che la sua tendenza a formare metastasi è piuttosto alta, diagnosticarlo preocemente ed intervenire subito con un mix di chirurgia, radioterapia e chemioterapia, può essere determinante. Dal punto di vista della sopravvivenza media a 5 anni, stando a quanto segnalato dall’NHS inglese, la percentuale è del 60% circa.