Cartabianca, la rabbia di Pif: “Ma Vaff****lo” | Momenti di altissima tensione – VIDEO

L’ospite della Berlinguer non è riuscito a contenere la sua rabbia in diretta, lasciandosi andare a uno sfogo 

Momenti di forte tensione a Cartabianca, il programma condotto da Bianca Berlinguer in onda su Rai 3.

bianca-berlinguer-pif

La giornalista nell’ultima puntata non poteva certo non affrontare il tema dell’arresto di Matteo Messina Denaro, tema che, come ben noto, sta facendo discutere tutta Italia, dagli esperti del settore fino all’opinione pubblica.

Per tale ragione le trasmissioni come quella della Berlinguer stanno invitando ospiti di vario tipo per discutere del tema.

Fra questi in collegamento Bianca Berlinguer aveva invitato Pif, presentatore, autore e regista di origini siciliane da sempre attivo nella lotta contro la mafia.

Ed è stato proprio mentre la conduttrice faceva andare un servizio sul tema che Pif è andato su tutte le furie, non contenendo un’esternazione di rabbia in diretta.

“Ma Vaff*****”: Tensione altissima a Carta Bianca

Ad un certo punto della trasmissione, come anticipato, la giornalista ha mandato in onda un servizio realizzato dalla produzione nel quale vengono intervistati i vicini di casa di Matteo Messina Denaro.

Le persone in questione non sembravano in alcun modo felici del fatto che il boss fosse stato arrestato, al punto che uno di loro ha esordito hai microfondi dicendo: “Per me hanno fatto un errore ad arrestarlo. Per trent’anni c’hanno mangiato tutti, dopo trent’anni non è più buono?”.

Parole, queste, che hanno letteralmente fatto andare di matto il regista che si trovava in collegamento e che ha iniziato ad inveire in diretta contro l’uomo in questione.

“Fa incavolare, perché una volta negavano negli anni 70. Quando andavano dal vicino di casa di Toto Riina è evidente che non si scagliavano contro la mafia. Quando però nel 2023 c’è un signore che dice ‘hanno sbagliato ad arrestarlo’, direi vaffan…lo!”.

pif-cartabaianca

Ma non è finita qui.

Pif non le ha certo mandate a dire, continuando ad esprimere la sua rabbia per gli atteggiamenti omertosi visti nel servizio e che ben rappresentano, purtroppo, una delle più grandi ragioni per le quali, sebbene si sappia dove si trovi geograficamente, è sempre difficile accedere al punto esatto in cui si trovano nascosti i boss latitanti.

 Ti farei vedere la foto della bambina morta a Firenze e ti direi vaffa…lo! Mi fa più schifo di Matteo Messina Denaro. Queste persone qua mi fanno più schifo del mafioso, perché nel 2023 non è possibile. Vaffan…o! Mi dica il nome e cognome di questo qua e gli dico vaffa…lo, querelami, sei senza dignità!”.

pif-berlinguer

E ancora: “Quando vedo queste dichiarazioni qua mi arrabbio e non ci sono giustificazioni. Io non ho paura del mafioso, io ho paura di questo signore qua che magari non è neanche mafioso. Questa è la cosa schifosa. Mi fanno più schifo dei mafiosi vero. Ma stai zitto, ma un minimo di dignità! Ma con quale coraggio guardi i tuoi figli? Ma che uomo sei?”.

Il regista e attore ha poi voluto concludere esprimendo una riflessione sul fatto che nel 2023 non vi è giustificazione di sorta a questo tipo di atteggiamento e che “la gente di Castelvetrano dovrebbe uscire, essere orgogliosi e non frequentare più né Matteo Messina Denaro né questa persona qua”.

A seguito dello sfogo Pif ha chiesto scusa alla Berlinguer per la reazione concitata.