Angela Celentano, svolta clamorosa: è davvero lei? | La macchia sul dorso fa sperare

Sono passati 27 anni dalla sparizione di Angela Celentano, scomparsa nel nulla il 10 agosto 1996 mentre si trovava in gita sul Monte Faito, nel comune di Vico Equense (Napoli), assieme alla sua famiglia e ad un gruppo di conoscenti. 

All’epoca la piccola aveva soltanto 3 anni. Da quel momento in poi sono state condotte innumerevoli ricerche per ritrovarla, tutte senza esito. Ora, però, sembra che siamo arrivati ad un punto di svolta. Già da qualche giorno si è cominciato a parlare di una giovane ragazza argentina che pare avere una somiglianza estrema con Angela Celentano. L’avvocato Luigi Ferrandino, legale della famiglia, fa sapere che molti elementi lasciano pensare che possa trattarsi davvero della bambina scomparsa sul Monte Faito nell’estate 1996.

angela celentano svolta clamorosa
angela celentano svolta clamorosa – foto rete – newnotizie.it

Sulla giovane argentina è stato prelevato il materiale genetico, per questo il legale ritiene sia opportuno attendere gli eventuali riscontri, nella speranza che possa davvero trattarsi di Angela.

Non solo i dati anagrafici corrisponderebbero con quelli di Angela Celentano, ma anche alcuni dettagli fisici, a cominciare da una macchia sul dorso.

Angela Celentano, la speranza arriva dall’Argentina

“Nei giorni scorsi un collaboratore del mio studio, in un Paese nordeuropeo, ha incontrato la ragazza sudamericana che sospettiamo possa essere Angela Celentano ed ha proceduto al prelievo del materiale genetico e a spedirlo al mio studio di Napoli”, fa sapere l’avvocato Ferrandino, legale di Catello Celentano e Maria Staiano, genitori della bambina scomparsa.

“Non appena ne sarò in possesso provvederò a inviarlo a uno dei laboratori di mia fiducia specializzati nella individuazione di profili Dna – aggiunge il legale – Conto entro una decina di giorni di poter procedere al confronto del profilo genetico della ragazza sudamericana con il profilo dei signori Celentano”.

angela celentano
angela celentano – foto rete – newnotizie.it

L’ultimo ad aver visto Angela Celentano prima della scomparsa è Renato, che all’epoca aveva 11 anni. Fu lui a raccontare di aver preso un sentiero che portava all’auto per posare il pallone: Renato ha spiegato che Angela fu tentata dal seguirlo, ma ad un certo punto fu rimandata indietro.

La bimba non tornò mai dai suoi genitori e Renato, tornando indietro, non incontrò nessuno. In realtà le indagini successive fecero emergere che l’ultimo a vedere la bambina fu Luca, 12 anni, che raccontò di aver detto a Renato di riportare Angela dalla madre e offrendosi di fare proprio questo. Renato avrebbe quindi raggiunto il parcheggio assieme ad Angela. Le versioni dei due sono sempre rimaste contrastanti.

Quella segnalazione anonima del 2010, un nulla di fatto

Ora la speranza arriva dall’Argentina, anche se in tutti questi anni i genitori di Angela Celentano hanno dovuto sopportare la delusione di molte segnalazioni anonime rivelatesi poi infondate.

L’ultima segnalazione che fece sperare fu quella del 2010, quando una giovane, Celeste Ruiz, sostenne di essere Angela Celentano. Tuttavia poi si scoprì che a mandare le mail era il figlio di un magistrato messicano Cristino Ruiz, Josè Manuel Vazquez Valle.